Questo contenuto è disponibile anche in

Il percorso parte dalla Chiesa di Crevoladossola dove si possono ammirare bellissime vetrate policrome realizzate da una bottega artigiana bernese e che viaggiarono a dorso di mulo lungo la Via del Gries. Si scende lungo stradine secondarie alla Centrale Enel realizzata dall'architetto milanese Portaluppi e quindi si prosegue fino a Solaro dove inizia la bella mulattiera lastricata che, costeggiando il Fiume Toce, raggiunge la località Canova e Oira. Dalla piazzetta centrale si sale nella parte alta del paese, La Villa di Oira, e quindi si prende una bella mulattiera che degrada fino ad incrociare la strada per la Val Formazza in località Arzaloo. Si attraversa la strada e costeggiando due edifici si scende all'altezza del Fiume Toce e, costeggiandolo, in breve si raggiunge il bellissimo ponte ad arco in pietra che consente di superare il Fiume Toce e di arrivare a Pontemaglio. Dall'oratorio si prende a sinistra e si prosegue in direzione Crodo lungo una pista che dopo un po’ diventa un ampio sentiero che costeggia il Fiume Toce. Superato un breve tratto con barriere di protezione a valle si raggiunge la località Gianzana e quindi su strada asfaltata si risale ad Alpiano Viceno. Da qui un sentiero attraversa la frazione e scende ad un ponte metallico che consente di riattraversare il Fiume Toce. Alla fine del ponte si costeggia l'argine lungo una pista erbosa che prosegue costeggiando i Giardini delle Terme di Crodo. Qui è presente il centro visita del Parco Veglia Devero con annesso ufficio informazioni. Alla fine dei giardini si devia a sinistra e si arriva sulla strada statale che si attraversa (strisce pedonali). Seguendo il marciapiede si sale fino al centro del paese di Crodo (si consiglia la visita alla Latteria Antigoriana e al Forno Ossolano per l'acquisto di prodotti tipici), si prosegue lungo la strada asfaltata fino alla deviazione per Braccio fuori e continuando per piccole stradine interne si raggiunge Braccio dentro. Da qui riprende la vecchia mulattiera che costeggia il piede della ripida parete rocciosa fino ad arrivare al campo di calcio di Verampio. Si costeggia la Centrale Enel e seguendo la stradina asfaltata si raggiunge la Trattoria della Campagna e quindi un parcheggio sterrato subito prima del torrente Devero. Si prende a sinistra attraversando un pugno di case e si raggiunge un bel ponte in pietra ad arco sul T. Devero. La mulattiera a questo punto diventa molto bella e inizia a salire con alcuni tornanti. Alla fine della salita si oltrepassa il bivio per gli Orridi di Uriezzo e subito dopo quello per Premia. Qui la mulattiera diventa pianeggiante e con alcuni bei tratti a volte scavati nella roccia si raggiunge la Chiesa monumentale di Baceno e il centro del paese.

Il PERCORSO:
Via del Gries

LE TAPPE DI QUESTO PERCORSO:
Via del Gries - Tappa 1
Via del Gries - Tappa 2
Via del Gries - Tappa 3
Via del Gries - Tappa 4

Punti di interesse

Chiesa parrocchiale di Crevoladossola, Centrale Idroelettrica di Crevoladossola, architettura tradizionale in pietra a Canova e Pontemaglio, mulino di Oira, Centro Visite del Parco Veglia Devero a Crodo, Chiesa Parrocchiale di Baceno (monumento nazionale) dedicata a San Gaudenzio

Accesso

Autostrada A26 fino a Gravellona Toce, quindi Supestrada SS33 del Sempione Uscita Crevoladossola-Montecrestese. Baceno si raggiunge proseguendo lungo la Strada Statale 659 della Valle Antigorio Formazza

Accesso con mezzi pubblici

Stazione ferroviaria di riferimento: Domodossola. Fermata bus di riferimento: Crevoladossola, linea Domodossola – Cascata del Toce oppure linea Circolare Nord (per orari: Autoservizi Comazzi Tel. 0324 240333 www.comazzibus.com)

Codice itinerario: VSB

Difficoltà: Escursioni (E)

Lunghezza: 15.00 Km

Tempo di percorrenza: 4h 20m

Indirizzo di partenza: Crevoladossola (VB) - IT

Quota di partenza: 350 m

Indirizzo di arrivo: Baceno (VB) - IT

Quota di arrivo: 665 m

Nr. Tappa: 1

Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Fruizione: Escursionismo

Nazione/i: Italia

Regione/i: Piemonte

Provincia/e: Verbania

Classificazione: Provinciale di media e bassa montagna

Dislivello in salita: 490 m

Dislivello in discesa: 160 m

File GPX: Download
Cos'è un file GPX?

Copertura rete cellulare: Buona

Fonte: Unione Montana Alta Ossola

© 2017 Ente di Gestione Aree Protette dell’Ossola | Privacy | Cookies  | Accessibilità | Credits

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, per migliorare il funzionamento del sito stesso.Cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu'...privacy policy.

  Io accetto i cookie di questo sito
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk