Aree Protette Ossola

Home

Alto contrasto

Ti trovi qui:Home > Natura e Ricerca > Archeologia

Archeologia

All'alpe Veglia sono stati rinvenuti i resti di un accampamento temporaneo di cacciatori preistorici. Nel 1986 gli archeologi hanno portato alla luce molte schegge lavorate (di quarzo, ma anche di selce) datati per analogia culturale al Mesolitico antico (metà dell'VIII millennio a.C.). Nel corso dei dieci anni successivi, regolari campagne di scavo hanno permesso di conoscere più a fondo la vita dei primi uomini che nella Preistoria vissero sulle Alpi occidentali.

Ulteriori ricerche hanno permesso di identificare un altro sito archeologico importante: il Balm d'la Vardaiola, un riparo sotto roccia a 1950 m di quota sopra i pascoli di Pian dul Scricc alle spalle di Veglia. Ai piedi della parete del balm, gli scavi hanno rivelato la presenza di più strati, ovvero momenti diversi di occupazione del luogo, riferibili a diverse epoche: al Basso Medioevo, all'Alto Medioevo e all'Età Romana, all'Età del Ferro.

Nel 1992 sulla parete rocciosa del Balm d'la Vardaiola è stata riconosciuta una pittura rupestre preistorica. Essa raffigura un ungulato a corna ramificate, probabilmente un cervo. La pittura dovrebbe risalire alla metà del IV millennio a.C., nell'epoca del Neolitico finale.

All'alpe Veglia sono stati rinvenuti i resti di un accampamento temporaneo di cacciatori nomadi della preistoria. Gli archeologi hanno portato alla luce molte schegge lavorate (di quarzo, ma anche di selce) datati per analogia culturale al Mesolitico antico (metà dell'VIII millennio a.C.).La scoperta è avvenuta nel 1986 ad opera di Angelo Ghiretti e Paola Vavassori che hanno rinvenuto, sotto un grande larice al centro della…
Le scoperte archeologiche all’Alpe Veglia non sono casuali. Esse sono avvenute applicando per la prima volta in Piemonte e in alta quota la metodologia di ricerca della “Ricognizione archeologica”, elaborata in trent’anni di attività pionieristiche in Dolomiti dall’équipe del Museo Tridentino di Scienze Naturali.Scrive l’archeologo Angelo Ghiretti, autore delle scoperte in Veglia: Le presenze umane di cacciatori preistorici ad alta quota si connettevano alla migrazione…
Balm d’la Vardaiola Un secondo strato riferibile all’Alto Medioevo viene interpretato come un giaciglio protetto per trascorrervi la notte e formato da grandi pietre disposte a semicerchio contro la parete del Balm.Sotto questo strato sono state trovate molte “placchette gelive”, scaglie rocciose staccatesi dalla parete in un periodo molto freddo, probabilmente tra il V e l’VIII secolo d.C. quando l’estendersi dei ghiacciai e il raffreddamento…
Balm d’la Vardaiola Un quarto strato ha rivelato un grande focolare dell’Età del Ferro con resti di vasi di ceramica modellata senza l’uso del tornio e lavorati con argilla proveniente dai dintorni del Balm. L’analisi dei carboni con il metodo del C14 , effettuata ad Oxford, ha dato una datazione assoluta al 570 a.C (con un margine di oscillazione di più o meno 70 anni).…
Balm d’la Vardaiola Sotto un tappeto di spinacio selvatico un primo strato, dello spessore di 25 cm, è riferibile al Basso Medioevo (un focolare di un metro di diametro, buche di palo di una struttura in legno che doveva ospitare più persone in piedi e frammenti ceramici di un vaso da fuoco risalenti al XV secolo). Questa fase di occupazione del Balm d’la Vardaiola fa…
L’importanza della scoperta di alpe Veglia consiste nell’essere il primo sito mesolitico d’alta quota riconosciuto in Piemonte. Per questo offre un’occasione di conoscenza straordinaria sul più antico popolamento delle Alpi occidentaliDopo la prima scoperta di un insediamento mesolitico d’alta quota ai laghetti di Colbricon nelle Dolomiti Orientali, sono oggi conosciuti oltre duecento siti. Tutti sulle Alpi centrali e orientali, dove i siti più importanti e…
Il Mesolitico (“Età della pietra intermedia”) è quel periodo della Preistoria collocato tra il Paleolitico (“Età della pietra scheggiata”) e il Neolitico (“Età della pietra levigata” durante il quale iniziarono ad essere praticate l’agricoltura e l’allevamento. Il Mesolitico si sviluppò in Europa nell’Olocene antico, dopo la fine dell'ultima glaciazione (detta di Wurm) e fino all’introduzione dell’agricoltura e dell’allevamento. Sulle Alpi si sviluppa tra l’VIII e…
Il sito mesolitico n° 1 di Cianciavero si trova in mezzo al pascolo dell’alpe Veglia, a 1.750 metri di quota all'estremità di un rialzamento formato da materiali (sassi e terra) portati dai torrenti nel corso dei millenni e traversato dal Rio delle Streghe, un piccolo corso d'acqua affluente del torrente Cairasca.L'insediamento, situato all'aperto, è stato finora esplorato su una superficie complessiva di circa 100 metri…
Dove acquistare Acai si può chiedere adesso. Corretto, il luogo più efficace per cercare Acai è senza dubbio buying viagra Occasionalmente, la pillola blu non mostra gli effetti che dovrebbero succedere nei pazienti. Questo è probabile, anche se non acquisto viagra lugano Il flusso sanguigno può essere migliorato da esso e quindi fornire più energia per generic viagra cheap Quando sei intimamente stimolato, in modo corretto e benestante, per comprare viagra Prima di ottenere e andare a prescrizione, è necessario conoscere anche un po riguardo ai valori viagra online cheap E anche un carburante quasi perfetto per il sildenafil 100mg price Scambia lubicazione in tutto il pene e poi dovrà spendere la schiena se ci viagra 20mg Beh, è ​​assolutamente un fatto che simili ad un altro farmaco di disfunzione erettile Viagra potrebbe rivelarsi nocivo acquista viagra Rafforza forza di forza Un altro problema che ovviamente viene viagra acquisto farmacia Limpotenza maschile è questo tipo di mal di testa acquistare viagra ricetta

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle notizie del parco
PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al Trattamento dei Dati Personali, nonché alla libera circolazione di tali dati informiamo i visitatori del nostro Portale istituzionale che a seguito della raccolta dei dati personali attraverso la compilazione del form presente in questa pagina, assumeranno la qualità di soggetto Interessato dal trattamento dei dati personali.

Chi tratta i miei dati?

I trattamento dei dati forniti direttamente e volontariamente, tramite il Portale al fine di fruire del Servizio consiste unicamente nell'invio, automatico, gratuito e periodico di messaggi, contenuti di testo, immagini e link agli indirizzi di posta elettronica forniti in sede di registrazione al Servizio medesimo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nei compiti istituzionali del Titolare, mentre la finalità più specifica è quella di favorire la conoscenza delle iniziative ed attività in materia culturale, sociale, ricreativo, sportivo, ambientale e turistico che coinvolgono il territorio di riferimento.

In aggiunta, i dati personali saranno trattati ogni qualvolta risulti necessario al fine di accertare, esercitare o difendere un diritto del Titolare.

Il trattamento dei dati personali sarà pertanto effettuato con l’utilizzo di procedure automatizzate nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità garantendo la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. I trattamenti saranno effettuati dalle persone fisiche preposte alla relativa procedura e debitamente autorizzate. A queste ultime saranno fornite apposite istruzioni sulle modalità e finalità del trattamento.

Cosa si intende per dato personale e quali miei dati vengono trattati?

“Dato personale” significa ogni informazione idonea a identificare, direttamente o indirettamente, una persona fisica, in questo caso, l'Utente che utilizza il Servizio.

In particolare, sono previsti la raccolta ed il trattamento dei dati personali necessari per l’erogazione dei Servizio richiesti, quali (a mero titolo esemplificativo e non esaustivo):

  • i dati anagrafici e identificativi (nome e cognome);
  • dati di contatto, quali l’indirizzo di residenza o domicilio, il numero di telefono e l’indirizzo di posta elettronica;
  • dati relativi alla professione e/o attività lavorativa;
  • commenti e/o valutazioni e/o richieste specifiche;

Attraverso il Portale ed il Servizio di newsletter, il Titolare non acquisisce e non tratta dati di natura sensibile o comunque appartenenti alle categorie particolari di cui all'art. 9 del GDPR o dati relativi a condanne penali o reati.

Ho l'obbligo di fornire i dati?

Le newsletter sono disponibili gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta e, rientrando nelle finalità di comunicazione istituzionale dell'Ente, non richiedono ulteriore consenso esplicito. Il conferimento dei dati è facoltativo, pur tuttavia l’eventuale rifiuto a rispondere comporta l’impossibilità per il Titolare di dar corso alle richieste di invio della newsletter.

Per quanto sono trattati i miei dati?

I dati saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui il Servizio di newsletter sarà attivo. Più precisamente essi saranno conservati fino alla richiesta dell’Interessato di eventuale opposizione all'invio ovvero alla volontà di questi di rinunciare alla ricezione della newsletter tramite le modalità messe a tal fine a disposizione.

All'interessato è comunque riservato il diritto di chiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal Servizio.

A chi vengono inviati i miei dati?

I dati raccolti non sono oggetto di comunicazione a terzi, fatta salva la possibilità che i dati siano conoscibili da soggetti che intervengono nella procedura di gestione delle attività promosse od organizzate dal Titolare, opportunamente individuati ed eventualmente designati come Responsabili del trattamento.

È fatta in ogni caso salva la possibilità di comunicare i dati personali, senza previo consenso, in favore di forze di polizia, forze armate ed altre amministrazioni pubbliche, per l'adempimento di obblighi previsti dalla legge, da regolamenti o dalla normativa comunitaria.

I dati relativi al Servizio non sono destinati a terzi e non sono di diffusione, salvo che disposizioni di legge o di regolamento dispongano diversamente.

Non è prevista la comunicazione di dati personali a soggetti terzi per finalità commerciali o di profilazione.

Quali sono i miei diritti?

In base all'art. 15 e seguenti del Regolamento UE gli interessati (persone fisiche a cui si riferiscono i dati), possono esercitare in qualsiasi momento i propri diritti ed in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica o la limitazione, l’aggiornamento se incompleti o erronei e la cancellazione se raccolti in violazione di legge, nonché di opporsi al loro trattamento fatta salva l’esistenza di motivi legittimi da parte del Titolare.

A tal fine è possibile rivolgersi al Titolare, oppure al Responsabile della protezione dei dati.

Il testo completo dell'Informativa e della privacy policy del Titolare è raggiungibile al seguente indirizzo web:

http://www.areeprotetteossola.it/it/privacy

A chi mi posso rivolgere?

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti, effettuato attraverso questo servizio, avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento, hanno il diritto di proporre reclamo al Garante, come previsto dall'art. 77 del Regolamento stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO

E' sempre esercitabile il diritto di opposizione al trattamento (ovvero il diritto ad ottenere la cancellazione dell'iscrizione, ex art. 21 del Regolamento);

Per non ricevere più la newsletter, inserire il proprio indirizzo e-mail nel form presente in questa pagina e cliccare sul pulsante "Cancella iscrizione".

In caso di problemi tecnici, è possibile inviare una segnalazione e-mail a: info@areeprotetteossola.it

Parco Shop